Come funziona l’assicurazione per i furti in casa?

Come funziona l'assicurazione per i furti in casa?

La casa è il luogo dove ognuno di noi si sente protetto, per questo motivo è fondamentale renderla sicura. Tuttavia, alcuni eventi avversi possono compromettere l’integrità dell’abitazione e di tutto ciò che è presente al suo interno. L’intrusione di ladri in casa è senza dubbio un’esperienza che può comportare non pochi disagi, specie se questi rubano oggetti preziosi o gioielli di famiglia a cui si è affezionati. Per limitare al minimo i danni conseguenti ad una rapina, molte assicurazioni offrono la possibilità di stipulare polizze per i furti in casa.

Assicurazione furto casa: come funziona

Chi acquista un immobile ha la possibilità di stipulare una polizza all’interno della quale vengono proposte diverse soluzioni, tra queste vi è quella per i furti in casa. Si tratta di una garanzia accessoria, che consente all’assicurato di ottenere un rimborso nel caso in cui dovesse subire un furto nella propria casa o appartamento. All’atto della stipula, il contraente accetta di ottenere un indennizzo nel caso in cui gli vengano sottratti beni materiali, oppure se la casa subisce danni dai malviventi.
L’assicurazione per i furti in casa copre solo se l’abitazione presenta gli infissi rotti oppure se alla vittima sono state sottratte le chiavi; un altro presupposto per far valere l’assicurazione è che il reato sia regolarmente denunciato alle forze dell’ordine.

Per la sicurezza della propria casa, ma anche per quella del proprio portafogli, è bene conoscere a fondo tutte le caratteristiche della polizza casa che si sta sottoscrivendo, facendo attenzione soprattutto ad alcune clausole e alle tipologie di copertura inserite in modo che siano davvero le più adatte per la tipologia di immobile, il suo contenuto e il rischio furto a cui si è esposti.

Cosa copre l’assicurazione per i furti in casa

Essendo la polizza riferita a un determinato immobile, questa copre tutto ciò che è presente al suo interno: beni d’arredamento, tappeti pregiati, fotocamere e videocamere, computer, smartphone, televisore, capi d’abbigliamento e via dicendo. L’assicurazione inoltre rimborsa anche nell’eventualità in cui la vittima dovesse subire un furto in cantina o nel box.
Tuttavia, l’assicurazione per i furti in casa standard non copre nel caso in cui i ladri dovessero sottrarre gioielli preziosi, denaro contante o titoli di carta; in questo caso è necessario stipulare una polizza ad hoc denominata ‘garanzia furto preziosi‘.

Anche nel caso in cui l’abitazione dovesse risultare disabitata da un dato periodo (solitamente oltre i cinquanta giorni consecutivi), l’assicurazione potrebbe riservarsi di non procedere al risarcimento danni.

Esistono, però, alcune clausole inserite all’interno dei contratti che specificano chiaramente le modalità con cui le abitazioni devono essere protette; se al momento del furto, la casa risulta sprovvista dei mezzi di chiusura richiesti dalla compagnia assicurativa, quest’ultima potrebbe anche non indennizzare il danno subito.

Alcune polizze antifurto, infatti, richiedono obbligatoriamente l’installazione di sistemi integrati di antifurto collegati con l’istituto di vigilanza o le forze dell’ordine, specificando dunque le modalità di protezione dell’immobile a fronte di un risarcimento danni.

Come comportarsi con l’assicurazione in caso di furto in casa

Quando ci si accorge che degli estranei hanno invaso la propria abitazione, può capitare di perdere la lucidità e saltare qualche passaggio fondamentale.
La prima azione da compiere in caso di furto in casa è presentare una denuncia alle forze dell’ordine, successivamente una copia della denuncia dovrà essere inoltrata alla propria compagnia assicurativa, in modo tale che questa possa effettuare una stima dei danni subiti. In questa fase per essere sicuri che venga risarcito il danno, è importante rispettare tempistiche precise: dopo aver sporto denuncia, bisogna presentare entro quarantotto ore la dichiarazione di furto presso la propria compagnia assicurativa.

Oltre alla denuncia, è necessario fornire alla compagnia:

L’indirizzo dell’abitazione presso cui è stato subito il danno;

– Il numero della polizza;

– Una descrizione dettagliata di quanto avvenuto, di modo che la compagnia possa stimare quanto risarcire;

– Un elenco con tutti gli oggetti che sono stati rubati oppure che hanno subito un danno.

Se il furto coinvolge il garage chi risarcisce?

Nel caso in cui il furto dovesse coinvolgere il garage, i danni subiti rientrano comunque nella polizza sottoscritta per la propria abitazione. Anche in questo caso sarà necessario fornire alla propria assicurazione tutte le informazioni relative agli oggetti rubati e alle parti che sono state danneggiate.

Assicurazione per i furti in casa: a chi rivolgersi

Oggi tutte le compagnie presenti nel campo dell’assicurazione offrono la possibilità di stipulare polizze per proteggere la propria abitazione e i beni contenuti al suo interno. Ogni contratto può essere sottoscritto tenendo conto delle esigenze personali del contraente, in linea con quanto offerto dall’assicurazione stessa.

In più all’interno di queste polizze è possibile inserire coperture aggiuntive, le quali ampliano ulteriormente la gamma di tutele offerte dalla compagnia assicurativa scelta. Ad esempio, se durante il tentativo di furto sono state danneggiate le serrature, la polizza sottoscritta, oltre al danno subito, coprirà anche le spese sostenute per la loro sostituzione.

Assicurazione furto seconda casa, come funziona

Negli ultimi anni è aumentato esponenzialmente il numero di persone che ha acquistato una seconda casa. Indipendentemente dalla quantità di tempo che la si utilizza, anche le seconde case meritano d’essere messe in sicurezza, specialmente se si trovano in località isolate o poco frequentate.

Chi decide di sottoscrivere un’assicurazione per proteggere la seconda casa ha due possibilità: spostare la polizza furti della prima casa sulla seconda, oppure stipulare un nuovo contratto.
Il costo della polizza sulla seconda casa varia in base a determinati fattori, quali la compagnia assicurativa, le coperture che vengono inserite al suo interno, la tipologia dell’immobile e via dicendo. Essendo la tutela della propria sicurezza un aspetto molto importante, è fondamentale stipulare una polizza assicurativa che non tenga conto solo del costo finale, ma anche dell’offerta proposta.

Come diminuire il rischio di furti in casa, ecco alcune soluzioni su misura

Stipulare una polizza per i furti in casa è senza dubbio una valida soluzione; tuttavia, è sempre consigliabile prevenire anziché curare, acquisendo una serie di buone abitudini per la sicurezza della casa.

Dunque, per diminuire il rischio di furti, una soluzione sicuramente efficace è installare un sistema d’allarme perimetrale wireless, in modo da proteggere non solo gli spazi interni, ma anche avere un allarme per la sicurezza dell’esterno della propria abitazione.

EXPOCASA

Condividi su: